Crea sito

Lezione 4: la meccanica

chalkboard-vectorLezione 4: la meccanica – La meccanica è quella parte della fisica che studia il movimento. Studiare il movimento significa descrivere, in modo preciso e quantitativo, come i corpi si spostano al trascorrere del tempo. Facendo il classico esempio del sasso che cade, non è sufficiente dire che si muove in modo sempre più rapido man mano che scende verso terra, ma occorrono delle misure di tempo, di posizione per poter sapere precisamente dove si trova il sasso in ogni istante, soltanto così sarà possibile individuare le cause del moto.

La meccanica si divide in  statica ( che studia le condizioni di equilibrio degli oggetti), cinematica (che studia il moto dei corpi) e dinamica (che studia le relazioni tra movimento e le cause che lo producono).

Per inoltrarci nello studio della meccanica abbiamo bisogno di alcune nozioni fondamentali: punto materiale, traiettoria e sistema di riferimento.

Per punto materiale si intende un oggetto così piccolo da poter essere considerato un punto nel senso geometrico del termine. Ovviamente tutto è relativo e dipende dal sistema di riferimento che prendiamo in considerazione; per esempio la Terra può essere considerata un punto materiale in relazione all’universo, così come un’automobile potrebbe essere considerata come un punto materiale in relazione alla lunghezza della strada etc.

Per traiettoria si intende la linea che unisce tutte le posizioni dell’oggetto in movimento. Esempio classico, quando tracciamo una linea sulla lavagna abbiamo disegnato una traiettoria perché è l’insieme delle posizioni attraverso le quali è passata la punta del gesso.

Il sistema di riferimento è l’insieme di tutti gli oggetti rispetto ai quali il movimento avviene con le stesse caratteristiche.
Un oggetto si muove quando la sua posizione cambia nel tempo; è necessario specificare però rispetto a che cosa cambia la sua posizione. Per esempio un passeggero seduto su un treno in movimento è fermo rispetto al treno ma si sta muovendo rispetto ad un uomo che è fermo alla stazione. Quindi il treno e la stazione sono due diversi sistemi di riferimento; i due osservatori che si trovano su due sistemi di riferimento differenti descrivono in maniera differente il moto. Fanno parte dello stesso sistema di riferimento l’uomo fermo alla stazione, i binari, i cavi e i tralicci dell’energia elettrica e in generale tutti gli oggetti rispetto ai quali il movimento del treno avviene alla stessa velocità…anche la fisica è questione di punti di vista 😉

Se volete essere sempre aggiornati su tutto ciò che concerne il blog basta un “mi piace” alla fanpage. Vi aspetto numerosi!

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*