Crea sito

Facebook e bufale

Facebook e bufale –  Nell’era delle breaking, Mark Zuckerberg ha pensato di lanciare un nuovo ‘strumento’: FB Newswire. E’ una specie di agenzia di stampa 2.0, accessibile sia su Facebook sia su Twitter. Raccoglie informazioni, foto e video pubblicati dagli utenti e vengono verificati dal team di Storyful, una società irlandese facente parte della News Corporation.

Andy Mitchell, Director of Media Partnership del social network di Zuckerberg, afferma che : “FB Newswire aggrega contenuti condivisi pubblicamente dagli utenti di Facebook e dalle organizzazioni internazionali testimoni di avvenimenti di primo piano il tutto a disposizione dei giornalisti che vorranno includere le informazioni nei loro articoli”.

Facebook diventerà una fonte di notizie. La novità è che: Newswire sarà un filtro autorevole dei contenuti pubblicati dagli iscritti. Storyful si occuperà del fact-checking, ovvero la verifica delle notizie, che solitamente richiede sforzi e perdite di tempo alle redazioni giornalistiche, verificando e selezionando le storie che vale la pena raccontare.

L’obiettivo primario è quello di evitare le bufale legate alla rete e alle breaking news. Ecco un esempio eclatante: nelle ore successive al passaggio dell’uragano Sandy sulla costa orientale degli Stati Uniti, a ottobre 2012, le pagine dei social erano infestate di false foto di squali a due passi dalle abitazioni del New Jersey; oppure in seguito a terremoti, è facile che nei social ci siano immagini che si riferiscono a scosse avvenute nello stesso luogo ma in passato. Lo scorso due aprile, quando la terra ha tremato violentemente in Cile, su Facebook e Twitter si sono diffuse le riprese delle telecamere di sicurezza di locali e uffici risalenti a un terremoto del 2010.

FB Newswire rappresenta un passo avanti nel citizen journalism. Ovviamente per Zuckerberg costituisce l’ennesimo affare.

FB Newswire, nel giorno del debutto, si è occupato della visita in Giappone di Obama (nello specifico del suo incontro con il robot Asimov). La rete si espande sempre più ed è un universo caotico; secondo voi c’è bisogno di controllo?

Se volete  essere sempre aggiornati su tutto ciò che concerne il blog basta un “mi piace” alla fanpage, oppure iscrivetevi alla Newsletter. Vi aspetto numerosi!

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*